Insalata di mare al profumo di agrumi - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Insalata di mare al profumo di agrumi

Ricette > Piatti di Mare
L’insalata di mare è un piatto che puù arricchire la vostra tavola sia come antipasto sia come secondo, ma perchè non considerarlo un piatto unico? Ottimo in estate per la sua freschezza e leggerezza, ma perfetto tutto l'anno per l’unione armonica di diversi sapori provenienti dal mare. In questa insalata trovate calamari, mazzancolle e totani, oltre ad alcune verdure (carota e sedano rapa) che rendono il piatto fresco e gustoso senza prevalere sui saperi delicati del mare. E poi provate a condirla con un goccio di olio extraverine di oliva aromatizzato agli agrumi e magari aggiungete qualche pezzetto di arancia.
Ingredienti per 4 persone:

300 g. di mazzancolle
300 g. di tentacoli di totani surgelati
300 g. di calamari
2 carote
1/4 sedano rapa piccolo
tre spicchi di aglio
olio evo
olio evo aromatizzato agli agrumi
vino bianco q.b.
sale q. b.
pepe q. b.

Insalata di mare al profumo di agrumi
Preparazione:

Scongelare i tentacoli di totani gigante surgelati, sciacquarli sutto l'acqua corrente. Cuocere i tentacoli di totano gigante in una padella con un un filo di olio e uno spicchio di aglio per due/tre minuti. Regolare di sale e di pepe, togliere l'aglio e mettere da parte.
Sciacquare le mazzancolle sotto acqua corrente e, con le mani, togliere le zampette ed iniziare a togliere dalla parte delle testa il carapace (il guscio a scaglie che ricopre le carni). Togliere il filetto nero ovvero l’intestino interno sfilandolo oppure incidere leggermente il dorso della mazzancolla con un coltellino eliminando il filetto tirando delicatamente e cercando di non romperlo. Mettere in una padella un poco di olio extra vergine di oliva con uno spicchio di aglio e lasciare rosolare per un minuto. Aggiungere le mazzancolle e cuocere a fuoco vivo fino a che non saranno diventate tutte di un bel colore arancio. Regolare di sale e di pepe, togliere l'aglio e mettere da parte.
Insalata di mare al profumo di agrumi
Lavare sotto l'acqua corrente i calamari e dopo averli puliti bene sia all'interno che all'esterno (togliere il dente centrale che uscirà schiacciando i tentacoli; estrarre dalle sacche la cartilagine trasparente; togliere le interiora; spellare) e togliere i tentacoli. Tagliare il corpo dei calamari ad anelli di un paio di centimetri di spessore. Mettere in una padella un poco di olio extra vergine di oliva con uno spicchio di aglio e lasciare rosolare per un minuto. Aggiungere i calamari tagliati e cuocere a fuoco vivo per un paio di minuti, sfumare con un goccio di vino bianco e continuare la cottura per altri 3/4 minuti. Regolare di sale e di pepe, togliere l'aglio e lasciare raffreddare.
Nel frattempo lavare un sedano rapa, e tagliare la quantità necessaria a piccoli fiammiferi che per evitare si anneriscano dovranno essere messi a bagno in acqua acidulata con il succo di mezzo limone.
Lavare e mondare una carota e tagliarla a julienne molto sottile.
In una ciotola unire i tentacoli di totano, i calamari, le mazzancolle, la carota e il sedano rapa. Condire con olio evo aromatizzato agli agrumi e regolare di sale e di pepe.

L'abbinamento ....

Piemonte Cortese DOC - Cascina Carlòt

Questo Piemonte Doc è prodotto con uve Cortese in purezza nei vigneti dell'azienda su substrato di argille e marne calcaree situati nel comune di Coazzolo. Le uve sono coltivate con il sistema della lotta antiparassitaria integrata ad impatto ambientale controllato e le concimazioni avvengono con solo letame naturale. La raccolta è manuale e la vinificazione avviene con breve macerazione in pressa a 20 °C e successiva fermentazione in vasche di acciaio a temperatura controllata per 10-15 giorni. L'affinamento è sempre in acciaio per quattro mesi e un mese in bottiglia.
E' un bianco dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli che all'olfatto si presenta fruttato ove spicca la mela verde. Al gusto si presenta asciutto, fresco, deciso e nel finale spiccani toni gradevolmente amarognoli.
E' un vino ottimo per i piatti di pesce siano essi antipasti, primi piatti o secondi, ma anche per accompagnare carni bianche. Va servito entro un paio di anni dalla vendemmia alla temperatura di 8 - 10 °C.

Ti potrebbe interessare anche
Torna ai contenuti