Lambrusco di Sorbara - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Lambrusco di Sorbara

Vini
Il Lambrusco di Sorbara è varietà autoctona dell'Emilia che pare derivare dall'addomesticazione delle viti (Vitis lambrusca) che crescevano spontanee in quel territorio. Il nome di questa varietà di Lambrusco deriva da Sorbara, il nome della frazione di Sorbara nel comune di Bomporto, nel modenese, il territorio più vocato per la produzione di questo vino che ha ottenuto il riconoscimento di DOC. È un vitigno vigoroso e produttivo con una maturazione medio tardiva. Produce grappoli spargoli, grappoli che presentano il fenomeno dell’acinellatura, ovvero della mancata fecondazione di molti acini per sterilità del polline, che restano pertanto piccolissimi, del diametro di pochi millimetri, che può portare ad una riduzione produttiva anche significativa. Il vino ha un colore rosso rubino brillante più o meno carico, con una spuma rosata. Il bouquet è fragrante con intensi profumi floreali di fragola e frutta rossa. Al gusto è fresco, fruttato, con finale leggermente sapido e caratterizzato da una significativa acidità. E’ un vino tradizionalmente proposto nelle versioni frizzante o spumante, con un grado alcolico non troppo alto. Il Lambrusco di Sorbara va servito a una temperatura non troppo fredda (12 - 14 °C) e si abbina molto bene alle pietanze saporite e ricche della cucina emiliana caratterizzate da una parte grassa quali ad esempio bolliti misti, cotechino e zampone.
Lambrusco di Sorbara DOC "Omaggio a Gino Friedmann" - Cantina Sociale di Carpi e Sorbara

Il Lambrusco di Sorbara “Omaggio a Gino Friedmann” è il prodotto di punta della Cantina Sociale di Carpi e Sorbara.
E' un vino profondamente legato al territorio che nasce da una selezione di uve di Lambrusco di Sorbara in purezza prodotte proprio nella frazione del Comune di Bomporto. E' dedicato a Gino Friedmann che fu un pioniere della cooperazione in Emilia nall'inizio del ‘900. Gino Friedmann dapprima si dedicò alla professione forense che presto abbandonò per dedicarsi alla conduzione della proprietà agricola intraprendendo un programma di sviluppo agrotecnico dedicato alla produzione lattierocasearia (formaggio parmigiano-reggiano) ed alla produzione vitivinicola delle campagne modenesi. La dedica intende valorizzare le antiche tecniche enologiche. Per la produzione di questo vino le uve di Lambrusco di Sorbara subiscono una pigiatura soffice, vinificazione in bianco, una prima fermentazione in acciaio a temperatura controllata con lieviti selezionati. Il mosto subisce poi una lunga rifermentazione per presa di spuma a 13 °C e sosta sulle fecce fini.
E' un vino frizzante, secco, pulito e di buona percezione aromatica senza eccedere negli intensi aromi fruttati di molti vini di lambrusco. E' di un bel colore rosso rosato scarico e presenta una spuma densa e persistente. Al naso sprigiona delicati e freschi profumi di fiori e frutta bianca unitamente a sentori di lievito. In bocca è vivace, ma asciutto, delicato e piacevole, con un delicato richiamo ad aromi fruttati ed a note agrumate ed alla crosta di pane. E' un vino da bere giovane e va servito ad una temperatura di 12 - 14 °C.
Lambrusco di Sorbara DOC Radice - Cantina Paltrinieri

Il Lambrusco “Radice” di Paltrinieri è un vino 100% Lambrusco di Sorbara doc rifermentato in bottiglia con lieviti indigeni, con un colore rosa antico scarico ed un perlage fine e persistente.
E' caratterizzato da delicati aromi di frutta rossa, di agrumi, con un tannino fine e con una piacevole nota minerale e sapida sul finale. Un vino unico nella sua essenzialità e fortemente legato al territorio della provincia di Modena ed in particolare alla zona del Cristo di Sorbara. E' ottimo come aperitivo, con frittura di pesce, pesce crudo, salumi, gnocco fritto e crescentine.
E' un vino fortemente legato al territorio ed alla sua storia che va servito giovane ed una temperatura di 10 - 12 °C.
Lambrusco di Sorbara DOC “Cru” Leclisse - Cantina Paltrinieri

Leclisse è un Lambrusco DOC prodotto con uve di Lambrusco di Sorbara in purezza. Le uve provengono dal Vigneto del “Cristo”  ove soi trovano le viti più antiche. Il territorio è la zona più vocata di questo vitigno quel piccolo
lembo di terra tra i fiumi  Secchia e Panaro che solcano la provincia di Modena. Il suolo è sciolto, fresco e limoso e le uve sono coltivate con il metodo della lotta integrata. Le uve sono raccolte a metà settembre e il mosto fiore vinificato in bianco. La fermentazione alcolica e rifermentazione è di almeno 3 mesi con metodo Martinotti.
E' un vino frizzante secco di un bel colore rosa tenue con un perlage molto fine e persistente che propone al naso i tipici sentori di fragola, lampone e vaniglia.
Al gusto si presenta fresco, persistente e delicato con una nota fruttata molto gradevole. E'  un vino ottimo sia come aperitivo sia con un tagliere di  salumi e formaggi, con primi  piatti  saporiti,  con i tradizionali bolliti di  carne della terra emiliana, ma anche con piatti e pesce e soprattutto con la frittura di pesce. Va consumato giovane e servito alla temperatura di 8 - 10 °C.

"Christian Bellei" Millesimato bianco Lambrusco di Sorbara - Cantina della Volta

E' uno spumante prodotto con il metodo classico da uve di Lambrusco di Sorbara in purezza coltivate nei terreni alluvionali nei pressi del fiume Secchia in provincia di Modena. Le uve di Sorbara sono raccolte a mano e sottoposte a pressatura soffice. Il mosto è sottoposto a chiarifica seguita da fermentazione alcolica primaria e a successivo affinamento a temperatura controllata in tini d’acciaio. Dopo sei mesi, il vino viene addizionato di lieviti selezionati per la presa di spuma e imbottigliato.  La rifermentazione avviene con le bottiglie poste orizzontalmente a temperatura costante di 12 °C e la maturazione sui lieviti è di 34 mesi, seguito da dégorgement e successiva aggiunta della liqueur d’expédition. Oggi possiamo degustare l'annata 2013: ma chi direbbe che questo è un Lambrusco di cinque anni?
Il colore è giallo tenue con riflessi verdolini, con una bella effervescenza, molto persistente, ininterrotta e duratura. Al naso colpiscono tenui sentori floreali con delicate note di frutta (mela) e leggeri toni agrumati. Al gusto richiama chiaramente le note olfattive, è avvolgente, dinamico e con la giusta acidità rinfrescante. E' uno spumante straordinario per accompagnare i piatti della cucina marinara, anche i pesci grassi e le fritture. Provatelo anche come aperitivo, ai piatti a base di verdure, a risotti. Va servito alla temperatura di 8 - 10 °C.

"Vigna del Cristo" Lambrusco di Sorbara DOC - Cavicchioli

Questo Lambrusco di Sorbara è prodotto da Cavicchioli dalle vigne situate nel comprensorio di Sorbara, in località  Cristo, a 200 metri dagli argini  del  fiume  Secchia su  un terreno   sabbioso   e   fertile. Le uve di Sorbara in purezza sono raccolte manualmente tra fine settembre  e gli inizi  ottobre e vengono  criomacerate in  piccole  vasche  a bassa  temperatura per  2 - 3 giorni. Dopo  la  fermentazione  alcolica  di  circa 10 - 15  giorni  su  mosto  decantato,  con  lieviti  selezionati  e alla temperatura  di 15 - 18 °C,   segue la rifermentazione,   di   tipo   Charmat lungo,   di   4 - 5 settimane a temperatura controllata di 13 - 15 °C. Si presenta con colore rubino molto chiaro, quasi rosa e con una spuma color rosa  cipria. All'olfatto i profumi sono di rosa,  fragola leggermente acerbe, di arancia e di violetta. Il sapore secco, sapido, fresco, leggermente aromatico e di buona persistenza. Vigna del Cristo è un vino particolare, delicato e allo stesso tempo ruvido, perfetto con salumi e affettati, con i primi piatti con condimenti ricchi e sughi elaborati, con secondi tipici dell'Emilia quali bolliti, crescentine, cotolette e fritti in genere. va servito alla temperatura di 6 - 8 °C.

Alcuni abbinamenti da provare:
Torna ai contenuti