Liquore di mirto - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Liquore di mirto

Ricette > Marmellate, liquori & Co.
La pianta del mirto è sempre stata associata a divinità femminili e fin dall'antichità è simbolo di vita, gioia e amore. Le sue bacche di un colore rosso violaceo-bluastro molto scruro possono esseere raccolte dal mese di novembre fino alla fine del mese di dicembre. Le bacche  sono raccolte a mano dai cespugli e messe a macerare in alcol, anche se una volta nelle campagne si utilizzava il cannonau. Il risultato è un liquore dalle proprietà digestive, dal sapore dolce ed aromatico, perfetto per concludere una cena in compagnia oppure per dissetarci nelle calde serate estive shakerato con tanto ghiaccio.
Ingredienti:

600 g. di bacche di mirto mature
600 g. di zucchero
1 litro di acqua
1 litro di alcoll a 90°

Liquore di mirto
Preparazione:

Raccogliere le bacche e lasciarle "appassire" per qualche giorno. Selezionare e lavare le bacche, asciugarle su di un canovacchio e metterle in recipente di vetro con l'alcol. Chiudere il contenitorle e tenerlo al buio per circa un mese agitando di tanto in tanto il barattolo. Trascorso il periodo di macerazione, filtrare l’alcol dalle bacche. (In talune ricette le bacche vengono spremute per ottenere un succo. Noi non lo facciamo in modo da ottenere un prodotto meno forte e più fresco).
Preparare lo sciroppo. Mettere in una pentola l'acqua e lo zucchero e portare lentamente ad ebollizione. Lo zucchero a questo punto si è sciolto completamente. Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare lo sciroppo. Quando si sarà raffreddato unire lo sciroppo all'alcol. Mettere in un contenitore ermetico a riposare per almeno un mese e, se necessario, rifiltrare prima di imbottigliarlo.
Servire freddo.
Il Mirto - Myrtus communis L.

ll mirto è una pianta aromatica arbustiva e sempreverde tipica della macchia mediterranea appartenente alla famiglia Myrtaceae. Il nome della pianta deriva dal greco myrtos a significare "essenza profumata" per evidenziare il grande profumo di tutta la pianta. Il mirto é un arbusto dalla forma cespugliosa abbastanza grande (anche ai 3 metri di altezza), abbastanza fitto e con ramificazioni sottili.
Le bacche, tonde, di piccole dimensioni e di colore rosso violaceo scuro-bluastro sono i frutti commestibili del mirto e la loro maturazione avviene in autunno inoltrato a partire dal mese di novembre fino all'inizio di gennaio. Sono proprio le bacche la parte più utilizzata di questa pianta anche se possono essere utilizzati anche i giovani germogli, i fiori e le foglie. Le bacche vengono solitamente utilizzate tramite l’infusione alcolica per mezzo di macerazione o corrente di vapore. In questo modo si ottiene il tradizionale liquore che va servito freddo ed é un ottimo digestivo a fine pasto con un sapore intenso e aromatico. Le bacche vengono utilizzate anche per aromatizzare pietanze in cucina come piatti a base di carne o di selvaggina.

Ti potrebbe interessare anche
Torna ai contenuti