Mezzi paccheri alla siciliana - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Mezzi paccheri alla siciliana

Ricette > Piatti di Mare
Ingredienti per 4 persone:

350 g. di mezzi paccheri
250 g. di pesce spada (2 fette)
1 melanzana di medie dimensioni
200 g. di pomodorini
50 g. di olive nere al forno
30 g. di capperi sotto sale
1 spicchio di aglio
olio evo
olio per friggere
sale q. b.

Mezzi paccheri alla siciliana
Preparazione:

Lavare la melanzana e tagliarla a cubetti di piccole dimensioni. Friggere la melanzana tagliata a cubetti in abbondante olio fino a quando i cubetti saranno leggermente dorati su tutti i lati.  Porre le melanzane fritte su della carta assorbente, per asciugare  l’olio in eccesso. Mettere da parte.
Lavare i pomodorini e tagliarli in due oppure in quattro parti a piacere. Mettere da parte.
Snocciolare le olive nere cotte al forno, spezzettarle e mettere da parte. Dissalare i capperi e metterli a parte.
Pulire le fette di pesce spada e tagliarle a dadini piccoli in modo da velocizzare la cottura. Mettere da parte.
In una padella mettere un filo di olio e lo spicchio di aglio. Aggiungere i pomodorini e cuocerli per un paio di minuti, aggiungere i capperi dissalati e le olive tagliate a pezzetti. Continuare la cottura per un minuto ed infine aggiungere il pesce spada tagliato a cubetti. Continuare la cottura per un paio di minuti. A cottura ultimata eliminare lo spicchio di aglio.
In una pentola cuocere la pasta in abbondante acqua leggermente salata e scolarla quando sarà ben al dente.
Aggiungere la pasta nella padella ove avete cotto il sugo e mantecare bene aggiungendo un paio di cucchiai di acqua di cottura della pasta. Da ultimo aggiungere alcune foglie di menta sminuzzate. Mescolare bene e impiattare.
La pasta... Mezzi paccheri rigati Rummo

I mezzi paccheri rigati sono un formato di pasta associato alla cultura gastronomica tradizionale partenopea e che sembra prendere il nome dalla “pacca” ovvero uno schiaffone amichevole che viene dato sulla spalla o sulla schiena per congratularsi con un amico. Noi abbiamo utilizzato i mezzi paccheri rigati prodotti da Rummo, una pasta prodotta con i migliori grani duri e con il metodo della lenta lavorazione, un metodo che nasce direttamente dal modo tradizionale e artigianale di fare la pasta. Testimonianza della grande qualità del prodotto è il contenuto proteico assolutamente interessante e l'eccezionale tenuta nella cottura.
L'abbinamento ....

Alcamo Bianco DOC - Tenuta Rapitalà

La zona di produzione del vino Alcamo DOC è nella Sicilia nord-occidentale, tra le province di Trapani e Palermo. È un’area che fin dall’antichità ha visto la coltivazione della vite nei suoi terreni collinari, soleggiati, caratterizzati da un clima secco e dalle più fresche brezze marine. E' in questo terroir nasce questo vino dalla fusione tra il vitigno Catarratto lucido e questa terra. Le uve sono raccolte da vigne allevate a guyot tra i 300 ed i 500 metri sul livello del mare il dolci colline che degradano fin verso il mare. Le uve sono vendemmiate a settembre e vinificate in bianco.
E' un vino fresco, sapido ed elegante con profumi e unq corposità tipicamente mediterranei e una discreta acidità che comunque non fa perdere la buona struttura sempre avvolgente. Ottimo per accompagnare antipasti, primi piatti leggeri e piatti di pesce. Provatelo anche con formaggi morbidi e con carni bianche. Va servito alla temperatura di 8 - 10 °C.


Ti potrebbe interessare anche
Torna ai contenuti