Mezzi rigatoni al sugo di pomodoro e olive nere - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Mezzi rigatoni al sugo di pomodoro e olive nere

Ricette > Primi Piatti
Ingredienti per 4 persone:

320 g. di mezzi rigatoni
200 g. di passata di pomodoro
40 g. di pomodori secchi
80 g. di mozzarella
20 g. di capperi
4 cucchiaini di patè di olive nere
1 spicchio di aglio
olio evo
sale q. b.

Mezzi rigatoni al sugo di pomodoro e olive nere
Preparazione:

Cuocere i mezzi rigatoni in abbondante acqua leggermente salata.
Nel frattempo in un pentolino portare a bollore un poco di acqua e sbollentare per alcuni minuti i pomodori secchi in modo che si ammorbidiscano e perdano un poco di sale.
Con una schiumarola scolarli, sgocciolarli e tagliarli a listarelle. In una padella soffriggere con poco olio uno spicchio di aglio e aggiungere la passata di pomodoro. Cuocere un paio di minuti e aggiungere i pomodori secchi tagliati a listarelle molto fini, due cucchiaini di patè di olive neree i capperi dissalati. Lasciare cuocere per altri due minuti. Togliere lo spicchio di aglio.
Scolare i mezzi rigatoni al dente ed amalgamarli al condimento preparato nella padella e mantecare la pasta a fuoco moderato aggiungendo alcuni cucchiai dell'acqua di cottura della pasta.
Servire cospargendo il piatto con piccoli dadini di mozzarella.

La pasta... Mezzi rigatoni Rummo

I mezzi rigatoni rigati che abbiamo utilizzato sono quelli prodotti da Rummo, una pasta prodotta con i migliori grani duri e con il metodo della lenta lavorazione, un metodo che nasce direttamente dal modo tradizionale e artigianale di fare la pasta. L’estrusione avviene con speciali trafile in bronzo che conferiscono alla pasta una consistenza e una ruvidezza particolare capace di sfruttare pienamente il condimento della pasta. L'essiccazione della pasta che avviene secondo i tempi e le temperature di ogni formato, eliminare lentamente l’acqua e conserva alla pasta il profumo di grano maturo. Testimonianza della grande qualità del prodotto è il contenuto proteico assolutamente interessante e l'eccezionale tenuta nella cottura.

Ti potrebbe interessare anche
Torna ai contenuti