Origano (Origanum vulgare) - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Origano (Origanum vulgare)

Nell'orto
L'origano (Origanum vulgare L.) è una pianta aromatica erbacea perenne con foglie di colore verde scuro, opposte, ovato-lanceolate che raggiunge i 60-70 centimetri di altezza.  E' possibile coltivare l'origano sia in vaso sia nell'orto. Prediligere un terreno calcareo, ben drenato e ricco di sostanza organica. Fare attenzione perchè, come la maggior parte delle aromatiche, non gradisce i ristagni d’acqua e di questo ve ne dovrete ricordare durante le annaffiature. Può essere propagato per semina (da effettuarsi in primavera) o per divisione dei cespi (da effettuarsi in primavera oppure dopo la fioritura). Per quanto riguarda riguarda l'esposizione mettetelo in semiombra oppure in posizione soleggiata evitando però il sole del mezzogiorno e delle prime ore del pomeriggio.
La raccolta dell'origano si effettua di norma tagliando le piantine ad un’altezza di circa 5-10 cm dal suolo.
Questa altezza di taglio è ottimale per consentire una pronta ricrescita alla fine dell'estate oppure all'inizio dell'autunno.
Il taglio deve essere eseguito quando le piante sono in piena fioritura, in quanto è proprio in questo periodo che le piante vi regaleranno l'aroma più intenso. Le foglie e le estremità fiorite all’inizio della fioritura devono essere essiccate in luogo ombreggiato, ventilato ed asciutto oppure in essiccatore. L'origano è molto impiegato in cucina per aromatizzare carni, pesci, funghi, verdure, insalate, la pizza e di moltissimi altri piatti mediterranei. L'origano contiene molti componenti quali il carvacrolo, il timolo, i flavonoidi e l’acido ursolico che gli conferiscono proprietà: aperitive, digestive, carminative, tonico-stimolanti.
Torna ai contenuti