Primitivo - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Primitivo

Vini
Il Primitivo è un vitigno di uve a bacca rossa diffuso al sud Italia che è particolarmente coltivato in Puglia e che ha nella zona di Manduria uno dei territori più vocati anche se la storia del primitivo sembra nascere a Gioia del Colle (BA) ove si narra che è proprio da questa città pugliese che partirono alcuni frati francescani portandosi dietro alcune barbatelle per andare a Manduria e fare nascere in quel luogo la fortuna del primitivo.
Oggi, sia il Primitivo di Gioia del Colle, sia il Primitivo di Manduria sono divenute due DOC con significative differenze date proprio dal territorio di produzione ed, ovviamente, dal diverso disciplinare di produzione. Le origini del primitivo sono comunque incerte, alcuni ritengono che il vitigno sia stato portato in Italia dagli Illiri dalla Dalmazia e ciò parrebbe confermato dalla similitudine con la varietà a bacca rossa Crljenak Kaštelanskiil.
Il Primitivo, il cui nome ovviamente deriva dalla precocità di maturazione delle uve, fino ad anni non troppo lontani, per la sua gradazione alcolica e per la sua alta resa per ettaro, veniva utilizzato soprattutto come vino da taglio e venduto al nord Italia, ma anche in Francia.
In tempi più recenti si è lavorato sulla modalità di coltivazione e sulla riduzione delle rese, oltre che a tecniche di vinificazione nuove e si stanno facendo avanti vini assolutamente interessanti ed apprezzati.

Primitivo IGP Salento Rosso - Cantina La Vecchia Torre

Il Primitivo della cantina La Vecchia Torre di Leverano.  E' un vino prodotto nel territorio di alcuni comuni della provincia di Lecce con uve di primitivo in purezza.
Le uve provengono da terreni tipici della zona di produzione, di origine alluvionale, profondi, di medio impasto con zone tendenti al calcareo. Le rese per ettaro sono basse (70-80 quintali) ed il sistema di allevamento è ad alberello. La vinificazione avviene con diraspatura delle uve (senza pigiatura) e successivamente il mosto fermenta a contatto con le bucce per 6-7 giorni a temperatura di 24-25 °C. La maturazione avviene in parte in barriques di rovere e in parte in acciaio.
E' un vino di un bel colore rosso rubino intenso che all'olfatto presenta profumi avvolgenti e persistenti con sentori di prugna e ciliegia. Al palato è asciutto, caldo, equilibrato. E' un vino ottimo per accompagnare piatti decisi della cucina mediterranea, carni rosse, selvaggina e formaggi stagionati. Va servito alla temperatura di 16 °C.
Spumante rosè brut da uve a bacca rossa IGT Puglia Bio - Polvanera

E' uno spumante rosato prodotto con uve coltivate biologicamente di Primitivo in purezza. E' prodotto dalla Cantina Polvanera nel vigneto Conetto situato nel Comune di Acquaviva delle Fonti in provincia di Bari. le vigne si trovano su un terreno rosso ferroso con uno strato di roccia calcarea sottostante sono a cordone speronato. Le uve sono raccolte meccanicamente nella prima settimana di settembre e subiscono una spremitura soffice con breve macerazione di 2 ore in pressa. La fermentazione avviene in autoclave per almeno dieci giorni ad una temperatura controllata di 13 °C e con permanenza sui lieviti. E' uno spumante prodotto con il metodo Charmat e si presenta di un bel colore rosa corallo brillante con un perlage intenso e persistente. Al naso ha sentori di fragola, ciliegia, petalo di rose e mandarino. Al gusto è fresco, minerale, intenso con una decisa sapidità ed un finale piacevolmente amarognolo. E' un vino che può accompagnare egregiamente salumi, formaggi semi stagionati, primi piatti, zuppe di pesce, zuppe di legumi e cereali, ma anche carni bianche ed piatti "grassi". Va servito alla temperatura di 8 - 10 °C e deve essere bevuto giovane.

Abbinamenti da provare:
Torna ai contenuti