Riso venere con gamberi e zucchine - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Riso venere con gamberi e zucchine

Ricette > Piatti di Mare
Ingredienti per 4 persone:

320 g. di riso venere
300 g. di gamberi
3 zucchine bolognesi piccole
1/2 bicchiere di vino bianco
1 scalogno
brodo vegetale
1 noce di burro
succo e scorza di mezzo limone
olio evo
sale q. b.
pepe q. b.

Riso venere con gamberi e zucchine
Preparazione:

Mettere in una padella l’olio, lo scalogno tritato finemente e rosolarlo, unire il riso e tostarlo.
Sfumare con il vino bianco e proseguire la cottura aggiungendo il brodo quando necessario. Lavare e spuntare le zucchine. In una padella scaldare l'olio evo con uno spicchio di aglio, aggiungere le zucchine tagliate a piccoli cubetti, regolare di sale e pepe e cuocere per circa 5 minuti. Mettere da parte.
Sciacquare i gamberi sotto acqua corrente, con le mani togliere la testa e le zampette ed iniziare a togliere dalla parte delle testa il carapace (il guscio a scaglie che ricopre le carni) decidendo se lasciare l'ultima parte della coda. Togliere il filetto nero ovvero l’intestino interno sfilandolo, magari aiutandovi con uno stecchino oppure, se non riuscite, incidendo leggermente il dorso del gambero con un coltellino eliminandolo tirando delicatamente e cercando di non romperlo. Se volete in fase di cottura avere dei gamberi arricciati, incidere fino alla metà con un coltellino le carni del dorso.
Mettere i gamberi puliti in una ciotola, irrorarli con olio evo ed insaporirli con il succo di mezzo limone, salare e pepare. Fare saltare i gamberi in una padella ben calda per 5 minuti. Spegnere il fuoco e mettere a parte.
A 5 minuti dal termine della cotture del riso aggiungere la metà delle zucchine ed i gamberi. Mantecare il riso con il burro. Spegnere il fuoco ed aggiungere la parte restante delle zucchine, impiattare e grattugiare un po' di scorza di limone sul riso.
L'abbinamento ....

“Dutia” Albana di Romagna DOCG - Azienda Agricola Branchini

“Dutia” è una Albana di Romagna DOCG prodotta dall'Azienda Agricola Branchini nei propri vigneti di Toscanella di Dozza nell'Imolese. Le uve sono di Albana 100% e la loro raccolta avviene manualmente a metà settembre e comunque al raggiungimento del giusto equilibrio tra zuccheri e acidità. Segue una pigiatura soffice e una decantazione statica. La fermentazione avviene in vasche d’acciaio alla temperatura di 12-14 °C e il vino così ottenuto viene lasciato sui propri lieviti fino a marzo. Il risultato è un vino dal colore giallo paglierino di media intensità che all'olfatto esprime sentori di frutta matura (banana, ananas, pera e mela) accompagnati da delicate note floreali. Al gusto ripropone le sensazioni olfattive e si presenta secco, caldo ed equilibrato. E' un vino che accompagna bene i piatti di pesce, le crudité, le verdure al forno ed alla griglia, le carni bianche, i formaggi mediamente stagionati e per le intense sensazioni olfattive e gustative deve essere provato con i piatti della cucina orientale. Va servito a 8 - 10 °C.


Ti potrebbe interessare anche
Torna ai contenuti