Sagne ritorte al curry con mazzancolle e pomodorini gialli - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Sagne ritorte al curry con mazzancolle e pomodorini gialli

Ricette > Piatti di Mare
Ingredienti per 4 persone:

300 g. di sagne ritorte al curry
300 g. di mazzancolle tropicali decongelate
100 g. di pomodorini gialli e arancio
vino bianco secco
curry
2 spicchi di aglio
olio evo
sale q. b.
pepe q. b.

Sagne ritorte al curry con mazzancolle e pomodorini gialli
Preparazione:

Sciacquare le mazzancolle sotto acqua corrente, con le mani togliere  le zampette ed iniziare a togliere dalla parte delle testa il carapace (il guscio a scaglie che ricopre le carni). Togliere il filetto nero ovvero l’intestino interno sfilandolo, magari con l'aiuto di uno stecchino oppure incidendo leggermente il dorso del gambero con un coltellino eliminandolo tirando delicatamente e cercando di non romperlo. Se volete in fase di cottura avere delle mazzancolle un poco arricciate, incidere fino alla metà con un coltellino le carni del dorso.
Mettere in una padella l’olio con uno spicchio e fare rosolare le mazzancolle regolando con sale e pepe. Sfumare con un goccio di vino bianco. Togliere l'aglio e mettere da parte.
A parte lavare i pomodorini e tagliarli a metà. In una padella aggiungere uno spicchio di aglio e rosolare i pomodorini  lasciandoli leggermente croccanti. Quando saranno cotti regolare di sale e pepe. Togliere lo spicchio di aglio e mettere da parte.
Cuocere le sagne ritorte in abbondante acqua salata.
Alcuni minuti prima che la pasta sia cotta versarla nella padella dei gamberi, aggiungere alcuni cucchiai di acqua di cottura e un cucchiaino di curry (secondo il vostro gusto) e cuocere facendo formare una cremina. Unire nella padella con il sugo i pomodorini e mantecare la pasta per un minuto. Impiattare spolverizzando con poco prezzemolo tritato.

A noi piace ... Sagne ritorte al curry Pastificio Del Duca

Il Pastificio Del Duca è un piccolo pastificio artigianale situato nel cuore del Salento.
La pasta Del Duca é realizzata con semole calibrate di alta qualità di grano duro, dall'alto tenore proteico, è il risultato di una lavorazione lenta e accurata con l'impiego di trafile in bronzo a filo sottile. Nel Pastificio Del Duca, la pasta viene essiccata distesa, e non appesa, a una temperatura di 40 gradi, in modo da non stressare gli impasti. In questo modo sono é anche garantito l'apporto delle proteine e la pasta si presenta con la superficie molto ruvida.
Le sagne ritorte al curry sono un piccolo gioiello. Il profumo di curry è intenso ed è una pasta adattissima per accompagnare sughi alle vongole, ai gamberi, ma anche più importanti sughi con carni brasate.
L'abbinamento ....

Alto Adige Gewürztraminer DOC - Colterenzio

L'abbinamento del curry a vino deve tenere conto del fatto che il curry, essendo un mix di spezie, ne troviamo in commercio diverse varietà: da quella più dolce a quella più delicata e fruttata, fino a varietà particolarmente piccanti. In questa ricetta abbiamo scelto un curry delicato e fruttato e leggermente piccante. Nell'abbinamento con il vino dobbiamo tenerne conto. In linea generale tutti i tipi di curry prediligono l’abbinamento con vini bianchi con sentori fruttati ed aromatici spiccati.
Per questo piatto abbiamo scelto un Gewürztraminer è prodotto dalla cantina cooperativa Colterenzio con uve coltivate nei vigneti dei soci situati ad un’altitudine tra i 400 ed i 460 metri s.l.m.. I terreni sono su  depositi  morenici  misti  ad  argilla e ghiaia porfirica. La vinificazione avviene con macerazione di alcune ore delle uve a freddo e una pressatura soffice. La fermentazione avviene  in vasche di acciaio alla temperatura di circa 18 °C.  Il  vino è poi lasciato sulle fecce fini fino all’imbottigliamento. Il risultato è un vino dal colore giallo dorato con un netto profumo di rose gialle, litchi, chiodi di garofano e noce moscata. Al gusto è pieno, ricco, potente  con  un elegante finale speziato. Questo Gewürztraminer è ottimo come aperitivo, per accompagnare piatti di frutti di mare, pesci e carni bianche. Ma la sua esaltazione è con i piatti speziati della cucina orientale. Va servito alla temperatura di 10 - 12 °C e deve essere bevuto entro 2-3 anni dalla vendemmia.


Ti potrebbe interessare anche
Torna ai contenuti