Sarde fritte - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Sarde fritte

Ricette > Piatti di Mare
Le sarde, sono un pesce azzurro, da non non confondere con le alici, rispetto alle quali sono più grosse e più carnose e anche con un sapore un po’ più forte. Provatele in questo piatto perfetto come secondo ma anche come aperitivo.

Ingredienti per 4 persone:

250 g. di filetti di sarde
farina 00
2 uova intere
pangrattato q. b.
olio di semi di girasole alto oleico
sale q. b.
pepe q. b.

Sarde fritte
Preparazione:

Prendere le sarde, staccare la testa e nel rimuoverla eliminare anche parte delle  viscere. Aiutandosi con il pollice togliere le restanti viscere ed infine, facendo pressione sulla parte interna della sarda, aiutandosi con un coltello, aprirla fino alla coda. Fate attenzione a queste operazioni in quanto la sarda ha una carne molto delicata e si rompe facilmente. Ora è il momento di togliere la lisca. Lavare la sarda pulita sotto l'acqua corrente assicurandosi che non vi siano residui delle interiora, di lische e squame. Metterle in un vassoio. Nel frattempo preparare in una ciotola della farina 00, in un'altra ciotola le uova sbattute grossolanamente e in un'ultimo piatto il panegrattugiato.
A questo punto passare le sarde nella farina, poi nell'uovo ed infine nel pangrattato.
In una padella scaldate l'olio a circa 180 °C e friggete le sarde per alcuni minuti fino a che non saranno dorate. Mettere il fritto su carta assorbente per assorbire l’olio in eccesso e salare e pepare a piacere. Servire caldissime.
Sandine (Sardina pilchardus)

Le sardine (sarde o sardelle) sono un pesce diffuso nel Mediterraneo e nell'Oceano Atlantico. E' un tipo di pesce azzurro con il corpo, slanciato e compresso ai fianchi, lungoanche fino a venti centimetri. Come le altre specie di pesce azzurro è caratterizzato dal colore argenteo con sfumature verdastre sul dorso. E' un pesce dalle carni tenere (nella pulizia bisogna stare bene attenti per non romperle!) e molto gustose ed infatti l'industria della lavorazione ne fa una intensa attività di conservazione. Dal punto di vista nutrizionale le sardine sono un ottimo alimento. Come le altre specie di pesce azzurro sono ricchissime dei famosi grassi omega-tre con provati benefici a livello cardiovascolare, come il controllo del ritmo cardiaco (aritmie) e della pressione arteriosa (ipertensione). Sono acidi grassi polinsaturi a lunga catena utilissimi anche per prevenire l'arteriosclerosi, le malattie infiammatorie quali l'artrite reumatoide, il morbo di Chron, la colite ulcerosa ed anche per lo sviluppo cognitivo del cervello. Vanno però evitate da chi soffre di gotta e se consumato il prodotto conservato sotto sale da chi soffre di ipertensione.
L'abbinamento ....

Franciacorta Brut Rosé DOCG - Contadi Castaldi

Franciacorta Brut Rosé di Contadi Castaldi è uno spumante prodotto con uve Chardonnay per il 65% e per il restante 35% da uve di Pinot Nero.  
Le uve provendgono da vigneti situati in p
osizione particolarmente esposta e ventilata, suolo ciottoloso, moderatamente calcareo, ottimamente drenante
nelle unità di Morenico Profondo, Fluvio-Glaciale e Colluvi Gradonati. Le uve sono raccolte alla fine del mese di agosto oppure all'inizio di
settembre e sono sottoposte a p
ressatura soffice previa macerazione di circa 3/4 ore a freddo
(17/18 °C) e decantazione statica a freddo con inoculo con lieviti selezionati. La f
ermentazione è di 20 giorni in acciaio inox con fermentazione
malolattica svolta parzialmente. Il p
rimo affinamento dura sette
mesi, parte in acciaio e parte in barrique
. L'affinamaneto sui lieviti dura 24-30 mesie dopo la sboccatura 3-4 mesi. ll risultato è un vino dal colore rosa corallo luminoso con perlage fine e persistente. All'olfatto esprime piccoli sentori di frutti di bosco, di petali di rosa, di frutta tropicale. Al gusto è strutturato, sapido ed equilibrato. E' un vino che accompagna bene i piatti di pesce, i fritti, ma è anche perfetto quale aperitivo. Va servito a 8 - 10 °C.

La ricetta dell'Artusi

483. Sarde ripiene
Per questo piatto ci vogliono sarde delle più grosse.
Prendetene da 20 a 24 che tante bastano per la quantità del ripieno qui sotto descritto. Le sarde lavatele, togliete loro la testa, e con le dita sparatele dalla parte del buzzo per estrarne la spina.
Formate un composto con:
  Midolla di pane, gr. 30;
   acciughe salate, n. 3;
   un rosso d’uovo;
   mezzo spicchio d’aglio;
   un pizzico di regamo.
La midolla di pane inzuppatela nel latte e poi strizzatela. Le acciughe nettatele dalle scaglie e dalla spina, e poi tritate e mescolate ogni cosa insieme servendovi per ultimo della lama di un coltello per ridurre il composto ben fine. Spalmate con esso le sarde e richiudetele; indi tuffatele ad una ad una nella chiara d’uovo rimasta, dopo averla sbattuta, avvolgetele nel pangrattato, friggetele nell’olio, salatele alquanto e servitele con spicchi di limone.


Ti potrebbe interessare anche
Torna ai contenuti