Seadas - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Seadas

Ricette > Dolci
Le seadas o sebadas sono il dolce per eccellenza della tradizione sarda che rappresentano il connubio perfetto tra il dolce e il salato. Formaggio acido di pecora, pasta di semola di grano duro con lo strutto e zucchero o miele. La sua origine è legata alla pastorizia e che in origine nella barbagia venivano considerate un secondo piatto. l'elemento principe è il formaggio che deve essere leggermente acidulo e filante. In alcuni casi, se non reperite il casu axedu è possibile lasciare a temperatura ambiente un pecorino primosale per alcuni giorni. Ma potete anche utilizzare un caciocavallo.
Ingredienti  per 4 persone:

per la pasta:
300 g. farina di semola rimacinata fine di grano duro
50 g. strutto
acqua tiepida q. b.
sale q. b.

per il ripieno:
300 g. di casu axedu oppure peretta di Perfugas oppure pecorino primosale e caciocavallo
1 limone non trattato in superficie (scorza)

per la frittura:
olio di arachidi

per il condimento:
miele di corbezzolo (o altro miele secondo il gusto)
oppure
zucchero semolato

Seadas (Sebadas)
Preparazione:

In una ciotola capiente mettere la farina e lo strutto ammorbidito, un poco di acqua tiepida e un pizzico di sale. Lavorare bene aggiungendo poco per volta altra acqua tiepida fino ad ottenere una pasta abbastanza soda. Lavorare la pasta fino a che non risulterà liscia ed elastica. Formare una palla, riporla in una ciotola e coprirla con pellicola trasparente e farla riposare per una trentina di minuti in frigorifero.
Nel frattempo grattugiare il formaggio grattugiato finemente e fonderlo in una padella ed alla fine aggiungere la scorza di limone grattugiata e stendere il formaggio ancora caldo sulla carta da forno. Formare dei dischi della dimensione di 9-12 centrimetri (in ogni caso più piccoli dei dischi della pasta).
Riprendere la pasta e tirarla con il mattarello oppure con la macchina per la pasta non troppo sottile (ca. 1,5 mm.). Creare dei dischi di pasta del diametro di circa 12-15 centimetri utilizzando una tazza. Sistemare sui dischi di pasta un disco di formaggio e ricoprire il disco con un'altra sfoglia. Sigillare bene i bordi e formare il classico bordo dentellato utilizzando una rotella tagliapasta dentellata a stella.
Friggere le seadas in abbondante olio di arachidi e servire caldissime spalmando sulla superficie un cucchiaio di miele oppure spolverizzare con lo zucchero semolato.

L'abbinamento ....

"Componidori" Vernaccia di Oristano DOC - Contini

Componidori è una Vernaccia prodotta nella bassa valle del Tirso dove l'inverno è particolarmente mite, la piovosità è bassa e le estati sono molto calde e ventilate. La Vernaccia è prodotta con spremitura soffice e fermentazione a temperatura controllata e è poi maturata in caratelli di rovere e castagno per dieci anni tenuti scolmi per consentire lo sviluppo del caratteristico velo di lieviti "flor" che genera il caratteristico aroma della Vernaccia di Oristano.
Il risultato è un vino dal colore giallo dorato con riflessi ambrati. I profumi sono intensi con la caratteristica nota del mandorlo fiorito.
Al gusto è secco, pieno, con un fondo leggermente acidulo, caldo, armonico e una leggera nota amarognola. E' il classico vino da dessert, da meditazione, ma è anche ottimo come aperitivo. Ottimo per accompagnare i piatti di pesce con bottarga di muggine e i tipici dolci sardi. Va servito come aperitivo alla temperatura di 10 °C, mentre come vino da dessert alla temperatura di 16 °C.


Ti potrebbe interessare anche
Torna ai contenuti