Tagliolini di grano saraceno al pesto di stridoli - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Tagliolini di grano saraceno al pesto di stridoli

Ricette > Primi Piatti
Ingredienti per 4 persone:

320 g. di tagliatelle di grano saraceno
1 mazzetto di stridoli
50 g. di mandorle pelate
50 g. di formaggio pecorino stagionato
1/4 spicchio di aglio di Voghiera
olio extravergine d’oliva
sale q. b.

Preparazione:

Lavare e pulire gli stridoli eliminando la parte dura e conservando solo le foglioline tenere. Centrifugate gli stridoli in modo che siano ben asciutti. Nel frattempo pelare le mandorle portando a bollore un pentolino con un poco di acqua. Immergere le mandorle nell'acqua bollente per un minuto.
Scolare e, con delicatezza, facendo attenzione a non bruciarsi, rimuovere la pelle dalle mandorle. Lasciarle asciugare. In un mixer mettere gli stridoli, il pecorino tagliato a cubetti, le mandorle pelate e l'aglio tritato finemente.
Frullare fino ad ottenere un pesto morbido. Cuocere i tagliolini in abbondante acqua salata, scolarli molto al dente ed unirli al pesto in una padella aggiungendo anche alcuni cucchiai di acqua di cottura e l'olio extra vergine di oliva. Mantecare ed impiattare aggiungendo su ogni piatto qualche mandolra a lamelle ed un poco di pecorino grattugiato.
Il pesto eventualmente rimasto può essere posto in un vasetto di vetro con l'aggiunta sulla superficie di un poco di olio e conservato in frigorifero per un paio di giorni oppure è possibile congelarlo.
L'abbinamento ....

Bardolino Chiaretto DOC - Zenato

Il Bardolino Chiaretto DOC Zenato è un chiaretto ottenuto dalla vinificazione in “rosa” delle uve a bacca rossa dei vitigni Corvina (65%), Rondinella (25%), Molinara (10%) provenienti da vigneti con esposizione a sud e sud-est della zona pedecollinare della costa sudorientale del Lago di Garda, tra Bardolino e Peschiera. Le uve una volta raccolte sono diraspate e vengono lasciate a macerare per qualche ora e successivamente pigiate con pressatura soffice. La fermentazione avviene in serbatoi di acciaio alla temperatura controllata di 18 °C. E' un vino di un bel colore rosa corallo con leggeri riflessi violacei che al naso presenta sentori di fiori, frutta rossa fresca. Al gusto è delicato, equilibrato, fresco.  E' ottimo come aperitivo, in primi piatti leggeri, con pesce sia di mare sia di lago e con carni bianche. Va servito a 10 - 12 °C.

Ti potrebbe interessare anche
Torna ai contenuti