Filetto di tonno con panure di pistacchi - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Filetto di tonno con panure di pistacchi

Ricette > Piatti di Mare
Il filetto di tonno fresco è un piatto molto versatile e gustoso. Il tonno é infatti ricco di omega 3, vitamine e fosforo abbinato ad una intensità di gusto e consistenza che lo rendono molto simile alla carne. fate però attenzione alla cottura che deve essere molto breve.
Proprio per questa sua caratteristica, il tonno, pur essendo un piatto di pesce, può essere abbinato anche con un calice di vino rosso. Occorre infatti sfatare il vecchio luogo comune secondo cui i piatti di pesce possono essere abbinati soltanto con il vino bianco. I vini da abbinare ad una tagliata di tonno devono avere un buon corpo, devono essere sapidi, ma risultare allo stesso tempo freschi e rotondi.
Ingredienti per 4 persone:

4 filetti di tonno (ca. 250 g. ciascuno)
100 g. di pistacchi tostati e salati
1 albume d'uovo
150 g. di pomodorini
80 g. di rucola
80 g. di valeriana
olio evo
sale q. b.
pepe q. b.

Filetto di tonno con panure di pistacchi
Preparazione:

Mettere i pistacchi nel bicchiere del frullatore fino a ottenere una panure non troppo fine.
Prendere l'albume di un uovo e metterlo in una ciotola. Sbatterlo velocemente con i rebbi di una forchetta. Prendere i tranci di tonno ed asciugarli con carta da cucina, passarli nell’albume leggermente montato e poi passarlo nel piatto della panure e rigirarlo più volte facendo attenzione a fare aderire bene i pistacchi al filetto.
In una padella antiaderente scalda un poco di olio e cuocere il filetto di tonno su tutti i lati per un paio di minuti per lato. Fate attenzione a non cuocerlo di più!
Una volta cotto, toglierlo dalla padella e lascialo riposare qualche minuto. Tagliarlo a fette di circa 1-1,5 centimetri di spessore utilizzando un coltello ben affilato.
Per il contorno si suggerisce di tagliare i pomodorini a metà ed unirli ad un'insalata di valeriana e rucola.
L'abbinamento ....

'I Fiori' Monica di Sardegna DOC - Pala

'I Fiori' è prodotto con uve di Monica di Sardegna in purezza coltivata nella località "Su staini saliu" (Serdiana) nel sud della Sardegna in provincia di Cagliari. Qui i terreni sono argilloso calcarei e poveri di scheletro. Le uve, previa pigiadiraspatura, seguono una macerazione, con l'innesto di lieviti selezionati, a temperatura controllata di 20 °C per almeno cinque giorni. Dopo la svinatura la fermentazione prosegue, sempre a temperatura controllata, in acciaio inox. Al termine della fermentazione, dopo leggere chiarifiche, l'affinamento prosegue per circa 6 mesi in vasche di cemento sotterranee e in bottiglia per 2-3 mesi.
Il risultato é un vino dal colore rubino intenso con leggeri riflessi violacei. All'olfatto é intenso e persistente ove si sprigionano delicate note vegetali e speziate della macchia mediterranea. Al gusto é asciutto e morbido, piacevolmente fresco, equilibrato e armonico che rende la beva molto piacevole.
E' un vino molto versatile, perfetto in abbinamento ad antipasti magri, a minestre asciutte e in brodo, a carni bianche e a formaggi anche di media stagionatura. perfetto anche in abbinamento a filetti di pesce (tonno, pesce spada, ecc.). Si consiglia di servirlo entro 4/5 anni dalla verdemmia alla temperatura di 14 - 16 °C.


Ti potrebbe interessare anche
Torna ai contenuti