Riccioli di farro con zucchine, speck e crema di robiola - Fichi Caramellati

Vai ai contenuti

Riccioli di farro con zucchine, speck e crema di robiola

Ricette > Primi Piatti
Questi riccioli (o fusilli) di farro, una pasta prodotta con questo antico cereale che mantiene intatta la sua salubrità e spiccata aromaticità, sono conditi con classico: speck e zucchine. A questo abbiamo pensato di abbinare la cremosità di una crema di robiola. Da provare!
Ingredienti per 4 persone:

320 g. di fusilli di farro
200 g. di zucchine bolognesi
150 g. di speck
100 g. di robiola
olio extravergine di oliva
1/2 scalogno
sale q. b.
pepe q. b.

Riccioli di farro con zucchine, speck e crema di robiola
Preparazione:

Lavare le zucchine, spuntarle e tagliarle a piccoli tocchetti. In una padella antiaderente mettere un filo di olio e uno spicchio di aglio e scottarle. Regolare di sale e pepe. Spegnere il fuoco avendo cura di mantenerle croccanti, togliere l'aglio e mettere da parte.
Cuocere i fusilli di farro in abbondante acqua leggermente salata.
Nel frattempo in una padella antiaderente scottare con un filo di olio lo speck tagliato a cubetti. Quando sarà croccante aggiungerlo alle zucchine.
Prepararare una crema con la robiola, un paio di cucchiai di acqua di cottura della pasta, un filo di olio e una grattugiata di pepe.
Scolare i fusilli ed unirli alle zucchine ed allo speck e mantecare con alcuni cucchiai dell'acqua di cottura della pastae la crema di robiola aggiungendo un poco di parmigiano reggiano.


Riccioli di farro con zucchine, speck e crema di robiola
A noi piace....

Riccioli di farro Monterosso Select

La pasta di farro ha un alto contenuto di fibre e regolarizza l’intestino molto di più della più comune pasta di grano duro. E' inoltre ricca di calcio, di vitamine (B1, B2, E, B5, B6, B3), di proteine e isoflavoni ed è particolarmente digeribile. Quella che abbiamo utilizzato è una pasta prodotta con il 100% di farina di farro Monterosso Select da una azienda situata nelle Marche che coltiva nei suoi terreni la varietà più antica e nobile di farro: il "Triticum Dicoccum"che è anche noto come il Farro delle Marche. Il farro è macinato a pietra e la pasta é trafilata al bronzo ed essiccata a bassissime temperature per preservarne tutti i valori nutrizionali (38-42 °C per circa tre giorni) e trafilata al bronzo. E' una pasta che ha una ottima tenuta in cottura e al gusto mantiene tutta la spiccata aromaticità gustativa tipica di questo antico cereale.

Farro (Triticum dicoccum L.)

Il farro dicocco (Triticum dicoccum L.) è un cereale parente stretto del grano. È una delle tre specie del genere Triticum comunemente chiamate farro. È interessante notare che è senza dubbio una delle prime culture che l'uomo ha iniziato a produrre. E' un alimento prezioso e tra l'altro è importantissimo nella dieta dei diabetici per il suo basso Indice Glicemico. Possiede un contenuto di selenio e acido fitico che contrastano l’azione dei radicali liberi, i maggiori responsabili dell’invecchiamento e di tutte le forme di degenerazione cellulare. È di sapore molto gradevole ed è perfetto per le diete ipocaloriche, é povero di grassi e di colesterolo, é ricco di calcio e di sali minerali.

Ti potrebbe interessare anche
Torna ai contenuti